La storia del Castello di Valverde

Le origini del Castello di Valverde sono davvero antichissime, infatti le prime tracce della sua esistenza risalgono addirittura al X secolo quando il castello Poliachi o Poyacum si trovava al centro di Vico Fabriciano (nucleo originario del Borgo San Lorenzo). Successivamente fu Castello Avogadri come si evince da alcuni documenti cinquecenteschi.

Una posizione opportuna per un castello divenne poi adatta per una villa, quando la volontà di dominare i dintorni si trasformo in privilegio panoramico. Una lapide, infatti, indica il momento dell’ultima mutazione, quando il capitano veneto Paolo Loredan termino’ nel 1585 i lavori per adattare l’edificio a propria dimora.

Nell‘ordinamento della Repubblica di Venezia, alla quale Bergamo era sottoposta dal 1428, mentre il podestà (o pretore) amministrava la citta, il capitano (o prefetto) amministrava la provincia e soprintendeva alle questioni militari. Tra i capitani, Paolo Loredan ebbe il compito storico di completare nel 1588, con il baluardo della Fara, la nuova cinta murata di Bergamo : dal Castello di Valverde poteva seguire così a vista le ultime operazioni.

L’edificio attuale conserva l’impianto quadrangolare cinquecentesco, ottenuto adattando le strutture precedenti. La forma rimane quella che è verificabile in una veduta del 1626. AI corpo quadrangolare poi sono state aggiunte verso nord delle dipendenze rustiche .

L’edificio appartenne alla famiglia Medolago, come rivela lo stemma sopra il portale d’ingresso e fu successivamente restaurato tra il 1926 e il 1930, quando era proprietaria Giuseppina Cattaneo dei baroni Scotti. Ora é di proprietà della famiglia Cattaneo Carrara.

Posto fra le verdi ondulazioni che incorniciano le secolari Mura Venete risalenti al sedicesimo secolo ed edificate a protezione di Città Alta, l’edificio con il suo parco è considerato uno dei luoghi paesisticamente più notevoli dei colli di Bergamo, un luogo da cui si può ammirare una veduta splendida sulla Città Vecchia.

This post is also available in: Inglese